Android: Cellulare e Tablet [Controllo Genitori]

Secondo la nostra esperienza, l’iPhone, iPod e iPad sono dispositivi più adatti per i bambini e preadolescenti. La Apple ha una politica molto più chiusa e controllata rispetto ai cellulari che operano con il sistema Android. Questa “chiusura” ci permette di avere un controllo migliore su cosa i minori guardano, cercano e scaricano usando i dispositivi Apple.

Nonostante abbiamo un costo maggiore, consigliamo ai genitori di acquistare un iPhone (anche un modello più vecchio) invece che un Android.

Detto questo, come fare per impedire la visualizzazione di certe tipologie di siti web da un dispositivo mobile Android? Come bloccare l’accesso a determinate app Android e impedire gli acquisti dal Play Store di Google?

Nel corso degli anni, Google ha aggiunto diverse funzionalità per abilitare il controllo parentale su Android (parental control, in inglese) ma come è possibile abilitarle e come configurarle al meglio?

Va precisato che non tutte le funzionalità sono fruibili sulla totalità dei dispositivi Android disponibili sul mercato. Alcune, infatti, sono presenti solamente in Android 5.0 Lollipop e release seguenti ma possono risultare assenti se il produttore avesse deciso di personalizzare in profondità il sistema operativo di Google.

1. Creare un account limitato per i bambini

  • Impostazioni -> Utenti -> Aggiungi utente
  • Toccare “Aggiungi profilo limitato”. Nota: questa opzione non è sempre disponibile.
  • Premere l’ingranaggio accanto a “Nuovo Utente” per assegnarli un nome. Esempio “Mario”.

A questo punto è possibile usare le impostazioni dell’utente per creare delle limitazioni. L’account principale Genitore, il nostro, sarà quello di amministrazione con tutti i privilegi necessari. Trottola potrà usare il dispositivo entro i limiti stabiliti da Genitore. Potremo scegliere quali applicazioni rendere visibili, e stabilire quali contenuti si possono riprodurre – sempre che i contenuti siano ben organizzati e che il sistema possa capire quali sono adatti ai minori oppure no. Alcune applicazioni offrono una maggiore personalizzazione rispetto ad altre.

2. Configurare Family Link

Con Family Link puoi:

a. Gestisci le app che tuo figlio può usare
Ricevi una notifica sul tuo dispositivo per approvare o bloccare le app che tuo figlio vuole scaricare dal Google Play Store.

b. Tenere sotto controllo il tempo di utilizzo
Imposta il limite di tempo di utilizzo dei dispositivi e l’ora di andare a dormire e controlla con quale frequenza tuo figlio utilizza le sue app preferite.

c. Bloccare il dispositivo di tuo figlio da remoto
Blocca il dispositivo di tuo figlio o nascondi app specifiche quando è ora di giocare, studiare o andare a dormire.

3. Configurare Google Play per i bambini

Vediamo come fare (video di Gianluigi Caputo):

Infine ma non ultimo, è possibile installare applicazioni specifiche per avere un maggior controllo su come i figli usano tablet e smartphone Android. Ce ne sono davvero molte tra cui scegliere, basta cercare “parental control” per farsi un’idea.

Queste applicazioni ci permettono di monitorare le attività e agire in remoto sul dispositivo, per esempio impostando un blocco automatico in certi orari, in momenti che certe persone tradizionaliste chiamano fantasiosamente “ora di cena” o “fine giornata”. Un’applicazione come DinerTime Plus, in effetti, è un’ottima alternativa se il vostro dispositivo non ha l’account limitato.

4. Possiamo Installare delle APP che modificano completamente il cellulare

Alcuni dispositivi Android hanno la possibiltà di installare delle APP per la modalità bambino, vediamo come fare (video di fanpage.it):

Vogliamo ricordare che le restrizioni, filtri e controlli… non possono sostituire lo sguardo attento dei genitori.

Se non adesso quando? – Leggi PORNOLESCENZA per proteggere i tuoi figli dai pericoli di internet come pornografia, sexting e cyberbullismo:

Fonte: Tom’s Hardware

Loading...